Φωτογραφίες

Photographer's Note

Il "Che" ed il "cornetto contro la iella", due SIMBOLI dei nostri tempi, il secondo dei quali (il cornetto) da tempo presente nella cultura napoletana (e non solo).
Il simbolo θ un elemento della comunicazione, che esprime contenuti di significato ideale dei quali esso diventa il significante.
Se come sostiene Renι Alleau una societΰ senza simboli non puς evitare di cadere al livello delle societΰ infraumane, poichι la funzione simbolica θ un modo di relazione tra l’umano ed il sovraumano, θ altrettanto vero che sulla interpretazione dei simboli e sul loro impiego, da sempre, gli uomini, sia gli studiosi sia l’uomo della strada, si accapigliano e si dividono. Tale atteggiamento θ spesso dovuto al fatto che troppo spesso si assiste a tentativi di trovare significato ai simboli, mentre un simbolo non significa: evoca e focalizza, riunisce e concentra, in modo analogicamente polivalente, una molteplicitΰ di sensi che non si riducono a un unico significato e neppure ad alcuni significati soltanto. All’interno del medesimo simbolo vi sono evocazioni simboliche molteplici e gerarchicamente sovrapposte che non si escludono affatto reciprocamente, sono anzi perfettamente concordanti tra loro, perchι in realtΰ esprimono le applicazioni di uno stesso principio a ordini diversi; ed in tal modo si completano e si corroborano, integrandosi nell’armonia della sintesi totale. Θ proprio questo che rende il simbolismo un linguaggio molto meno limitato del linguaggio comune ed adatto per l’espressione e la comunicazione di certe veritΰ, facendone il linguaggio iniziatico per eccellenza ed il veicolo indispensabile di ogni insegnamento tradizionale.

ENGLISH
The "Che" and the "horn against the bad luck", two symbols of our times, the second of which (the horn) from long time present in the Neapolitan culture.

A symbol is something such as an object, picture, written word, sound, or particular mark that represents something else by association, resemblance, or convention. For example, a red octagon may be a symbol for "STOP". On maps, crossed sabres may indicate a battlefield. Numerals are symbols for numbers (amounts). All language consists of symbols. Personal names are symbols representing individuals.
The word symbol came to the English language by way of Middle English, from Old French, from Latin, from the Greek σύμβολον (sύmbolon) from the root words συν- (syn-), meaning "together," and βολή (bolē), "a throw", having the approximate meaning of "to throw together", literally a "co-incidence", also "sign, ticket, or contract". The earliest attestation of the term is in the Homeric Hymn to Hermes where Hermes on seeing the tortoise exclaims σύμβολον ἤδη μοι μέγ᾽ ὀνήσιμον "symbolon [symbol/sign/portent/encounter/chance find?] of joy to me!" before turning it into a lyre

Nobody έχουν(ει) επιλέξει αυτή τη σημείωση ως χρήσιμη

Photo Information
Viewed: 1724
Points: 4
Discussions
  • None
Additional Photos by Ludo Catti (polpo56) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 1435 W: 84 N: 2116] (15146)
View More Pictures
explore TREKEARTH