Φωτογραφίες

Photographer's Note

The Villa Torlonia in Frascati is a villa belonging to the Torlonia family in Frascati, Italy.

The land on which the villa was built originally belonged to the Abbey of Grottaferrata, which donated it in 1563 to Annibal Caro, who commissioned a small villa where he spent the last years of his life, translating the Aeneid. (In 1896, Prince Leopoldo Torlonia placed a memorial stone to remember this event.)

In 1571 Beatrice Cenci bought the villa, which passed in 1596 to Cardinal Tolomeo Galli, Secretary of State under pope Gregory XIII, who commissioned the first enlargement.

In 1607 Cardinal Scipione Borghese, Paul V's nephew, took possession of the Villa; he enlarged and embellished it. The waterworks used to feed the fountains of the Villa and the spectacular Water Theatre with a water flight of steps, date to 1607-25,[1] designed and directed by Girolamo Fontana, Carlo Maderno and Flaminio Ponzio and completed at the base with a large retaining wall with niches and fountains.

Other 17th and 18th century owners were the Cardinal Ludovisi, the Colonna family, the Conti family, and the Sforza Cesarini family. In the 19th century, the villa was acquired by Prince Torlonia whose name it commemorates. During the Napoleonic Age, the Torlonias profited by the Holy See's troubles and amassed a fortune by speculative transactions. Besides, they acquired titles and redeemed their plebeian extraction.

The villa's grand Baroque terraced gardens and fountains provided subjects for watercolors by the American painter John Singer Sargent and more others painters.

The old Villa was almost completely destroyed on September 8, 1943, when Frascati was bombed. During that period it housed the court martial and SS detachment. After that numerous partisans from the Alban Hills (Castelli Romani) area were transferred here and killed.

In 1954, the Duke Andrea Torlonia made an exchange of real property with the mayor Micara of Frascati between the "Gardens" of villa Torlonia and the "Quadrato estate": now the gardens are a public park.



La Villa Torlonia di Frascati θ una grande tenuta nobiliare sita a Frascati, sulle propaggini settentrionali del Tuscolo, ai Castelli Romani.

Nel 1563 il letterato italiano Annibal Caro acquistς un terreno dall'Abbazia di Grottaferrata nei pressi di Frascati sul quale costruμ una villa che chiamς "Caravilla". Qui passς l'ultima parte della sua vita fin dal maggio del 1563 e qui scrisse la famosa versione dal latino dell'Eneide. Annibal Caro chiamς per i lavori l'architetto Nanni di Baccio Bigio che per molti anni seguμ le varie realizzazioni.

Dagli eredi di Annibal Caro nel 1579 l'acquistς la famiglia Cenci che la cedette successivamente al Cardinale Tolomeo Galli di Como, Vescovo di Frascati, che nel 1606 la passς al Cardinale Scipione Borghese che cercava a Frascati una villa degna di ospitare il nuovo pontefice, lo zio Paolo V Borghese e che non sfigurasse rispetto alla "Belvedere" degli Aldobrandini. I Borghese impegnarono per l'esecuzione di lavori d'ampliamento l'architetto Flaminio Ponzo.

Successivamente per 34.000 scudi la villa venne acquistata dal Duca di Gallese, Giovanni Angelo Altemps che la diede al Cardinale Ludovico Ludovisi nipote del Papa Gregorio XV. Il Papa Ludovisi predilesse questa villa dove passava molto del suo tempo libero. La famiglia Ludovisi chiamς Carlo Maderno, il piω importante architetto del tempo, per lavori di adattamento ed ampliamento del nucleo edilizio piω antico; nel 1622 tutti i reperti antichi presenti nella villa, circa 50 pezzi, furono trasferiti alla Villa Ludovisi di Roma, poi divenuto museo romano.

Nel 1661 la villa venne acquistata da Pompeo Colonna, poi finμ per ereditΰ a Lucrezia Colonna che la donς nel 1680 a Giuseppe Lotario Conti. La famiglia Conti vendette la villa alla famiglia Cesarini-Sforza che nel 1841 passς alla famiglia Torlonia. Tutti questi personaggi e famiglie hanno nel tempo profuso ricchezze per realizzarvi opere di straordinaria bellezza che il sito meritava e che ancora oggi sono fruibili.

Nel bombardamento di Frascati dell'8 settembre 1943 il fabbricato della villa subμ ingenti danni tanto che fu completamente demolito e venne ricostruito un edificio residenziale, mentre il parco divenne pubblico in seguito ad una permuta nel 1954, tra il Comune di Frascati ed il Duca Andrea Torlonia, del Parco della villa in cambio della Tenuta Quadrato.

Clementi, akm, jhm, paololg, bobocortis έχουν(ει) επιλέξει αυτή τη σημείωση ως χρήσιμη

Photo Information
Viewed: 5355
Points: 30
Discussions
  • None
Additional Photos by benedetto caldara (il_corsaro_nero) Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 134 W: 13 N: 173] (1373)
View More Pictures
explore TREKEARTH