Φωτογραφίες

Photographer's Note

L'Abbazia di Santa Maria, detta anche di Sanavalle (Sanavallis), era un monastero cistercense sito a Follina, in provincia di Treviso.
La prima citazione si trova in un documento del 1127 e trascritto nel XVII secolo oggi conservato presso la biblioteca comunale di Treviso. Nello scritto si legge che l'abate Bernardo di Follina vendeva ad un tale Arpone tre campi.
Appare quindi certo che esistesse un complesso monastico ben prima dell'arrivo dei cistercensi, nella metΰ del XII secolo. Si trattava molto probabilmente di un convento di benedettini dipendenti da San Fermo di Verona, in cui si venerava un'antica statua della Madonna.
Non θ chiaro neppure quando e come avvenne il passaggio all'ordine cistercense. Alcune fonti affermano che i benedettini cambiarono regola monastica, ma secondo altre, piω verosimili, furono sostituiti da una nuova comunitΰ. Al contempo cominciς ad indebolirsi il legame con l'abbazia veronese: significativo θ un documento del 1217 in cui papa Onorio III risolse a favore di Follina una lite con San Fermo, in cui la prima rifiutava un pagamento alla seconda, rivendicando la propria indipendenza da piω di quarant'anni.
L'anno 1146 che molti hanno indicato come data di fondazione, di fatto non θ supportato da fonti storiche. Gli stessi Annales Camaldulenses affermano che θ impossibile determinarne le origini, concludendo che verso la metΰ del XII secolo l'abbazia benedettina di Follina divenne cistercense. Sembra inoltre plausibile che la comunitΰ fosse stata chiamata da Sofia di Colfosco, moglie di Guecellone II da Camino che in effetti nel 1170 stilς un testamento con cui faceva ricche donazioni al monastero.
Di certo Follina fu a lungo legata dalle abbazie di Chiaravalle e di Cξteaux, i piω importanti centri cistercensi rispettivamente d'Italia e d'Europa.
Col tempo l'abbazia si arricchμ di altre donazioni, raggiungendo l'apice dello splendore nel XIII secolo. Nel 1124 Gabriele da Camino lasciava il castello di Cison e il castello di Soligo; nel 1229 papa Gregorio IX gli sottometteva l'Ospedale di Santa Maria di Piave e poi il monastero di Santa Margherita di Torcello; nel 1324 si aggiunse il monastero dei Santi Gervasio e Protasio di Belluno. Al contempo il complesso si ampliava: nel 1268 venne edificato il chiostro, mentre tra il 1305 e il 1335 fu realizzata la basilica.
A partire dal 1388 l'abbazia passς alla Serenissima. Durante la sua politica di espansione, Venezia si scontrς piω volte con gli Sforza e i Visconti e con il Regno di Francia, nei cui territori si trovavano Chiaravalle e Cξteaux, da cui Follina dipendeva. Vedendo quindi con diffidenza l'istituzione monastica, nel 1448 il governo chiese a papa Niccolς V di sopprimerla.
L'abbazia fu cosμ ridotta a commenda. Tra gli abati commendatari sono da ricordare alcuni personaggi illustri, quali Pietro Barbo, futuro papa Paolo II, e Carlo Borromeo, che affidς l'amministrazione dei beni prima ai domenicani, quindi ai benedettini. Ma nel 1573 la commenda passς a Tolomeo Gallio che li sostituμ con i camaldolesi. Questi ultimi si reinsediarono stabilmente nel 1739, ma nel 1771 la Repubblica di Venezia sopprimeva il monastero, trasferendone i beni a San Michele di Murano e trasformando la chiesa in curazia. Gli edifici del complesso, ad eccezione della chiesa e della sacrestia, furono venduti a privati, cosa che provocς gravi deturpazioni architettoniche.
Dal 1807, dopo le soppressioni napoleoniche, i beni furono custoditi da don Bonifacio Baseggio, giΰ monaco camaldolese di San Michele. Quest'ultimo, nel 1819, lasciς la basilica al comune di Follina e l'anno successivo fu eretta a parrocchia dal vescovo di Ceneda Giovanni Benedetto Falier, altro camaldolese di Murano.
Nel 1834 anche il convento fu ceduto alla parrocchia dai conti Gera di Conegliano.
Dal 1915 vi risiedono i Servi di Maria. Durante la grande guerra la chiesa subμ gravi danneggiamenti, ma nel 1919 cominciarono i restauri.
Nel 1921 il cardinale Pietro La Fontaine incoronς la statua della Madonna, mentre papa Benedetto XV dichiarava la chiesa Basilica Minore.

jhm, lousat έχουν(ει) επιλέξει αυτή τη σημείωση ως χρήσιμη

Photo Information
Viewed: 2339
Points: 4
Discussions
  • None
Additional Photos by sandro giorgi (sibillino) Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 55 W: 22 N: 93] (681)
View More Pictures
explore TREKEARTH