Photographer's Note

Il grande geografo Strabone, vissuto in et augustea, afferma che il fiume Aniene diventa navigabile in una zona pianeggiante non lontana dalla Villa dell'imperatore Adriano chiamata dal ponte omonimo PONTE LUCANO. Il nome deriva dal diumviro M.Plauzio Lucano che nei primi anni dell'impero ne avrebbe curato la realizzazione insieme al suo collega Tiberio Claudio Nerone, futuro imperatore. Anticamente il ponte doveva essere stato progettato e realizzato a cinque arcate, non tutte visibili; quando scoppi la guerra tra l'impero romano, che aveva inviato un esercito bizantino guidato da Narsete, e Totila, re dei Goti (541-552), costui per ritardare l'avanzata nemica tagli la prima arcata.

Ponte Lucano - Piranesi
Non lontano da qui era stato realizzato un porto in cui erano ancorati barconi che poi ripartivano per la vicinissima Urbe dopo essere stati caricati con i legnami dei boschi tiburtini e soprattutto con la ricercata pietra locale, il lapis tiburtinus vale a dire il travertino che veniva utilizzato per l'abbellimento di molti edifici pubblici tra cui il Colosseo tanto per citarne uno. Presso di esso, nel 1155 l'Imperatore Federico I, detto Barbarossa, incontr il Papa Adriano IV.
In questa occasione i tiburtini gli offrirono le chiavi della citt sottomettendosi al suo potere. Come ringraziamento per tanta devozione l'imperatore concesse alla citt il privilegio di fregiare il suo stemma dell'Aquila imperiale. Vicino a questo ponte e a questo porto d'importanza eccezionale la gens PLAUTIA costru un mausoleo che sotto alcuni aspetti ricorda quello situato sull'Appia e dedicato a Cecilia Metella. La tomba dei Plauzi, che si eleva sulla sinistra del fiume Aniene, situata su un territorio che apparteneva a questa gens; fu attribuita a M.Plauzio Silvano amico di Cesare Augusto e console nel 2 d.C. La struttura circolare, esteriormente ricoperta da blocchi di travertino; all'interno c' un corridoio ad anello che gira intorno ad un ambiente a croce. L'edificio fu realizzato quasi sicuramente durante il I sec d. C. proprio dal menzionato M.Plauzio Silvano il cui nome menzionato nella cornice mediana della parte cilindrica, primo defunto a trovarvi posto degno di ogni onore per essersi distinto nell'Illirio. In seguito davanti al mausoleo fu realizzato un avancorpo di forma rettangolare per poter scrivere i nominativi con relativi elogi delle persone della gens plautia man mano defunta; tra tali iscrizioni spicca quella del figlio di Marco: Tiberio Plauzio Silvano Eliano, famoso generale, console nel 45 d.C., proconsole d'Asia nel 56 d.C. e, saltando altri incarichi ricoperti, console di nuovo nel 74. Le iscrizioni sono su lapidi di marmo e sono separate da quattro semicolonne ioniche.

Ponte Lucano
andata perduta invece l'iscrizione dedicata a Publio Plauzio Silvano. Il fastigio della superba mole era forse decorato da una serie di ante fisse e la sommit era ricoperta da una volta sferica; intorno era circondata da un alto recinto di forma quadrata (di cui resta solo il lato prospiciente alla strada), con colonne e nicchie per contenere le statue dei personaggi della famiglia Plauzia che vi erano sepolti.
Con il passar del tempo il mausoleo decadde e cambi destinazione infatti nel corso del medioevo fu utilizzato come torre di difesa per la sua posizione strategica; anche esteriormente il suo aspetto mut infatti nel 1465 per volont del papa Paolo II per meglio essere un posto di avvistamento, di controllo e di guardia sulla sua sommit fu posta una merlatura tipicamente medievale. Su uno dei merli della mole conservato uno stemma di Paolo II a ricordo dei lavori fatti eseguire.

http://www.tibursuperbum.it/ita/monumenti/TombaPlauzi.htm

TRANSLATE WITH BABEL FISH
Great Strabone geographer, lived in augustea age, asserts that the Aniene river becomes navigable in one not far pianeggiante zone from the Villa of Adrian emperor called from the bridge omonimo BRIDGE LUCANO. The name derives from diumviro the M.Plauzio Lucano that in the first years of the empire of it would have cured the realization with to its Tiberio colleague Claudius Nerone, future emperor. Anciently the bridge must have been planned and realized to five arched, not all visible ones; when the war between the roman empire burst, that it had sended a guided army bizantino from Narsete, and Totila, king of Goti (541-552), costui in order to delay the enemy been left over one cut before arched. Lucano bridge - Piranesi Not far away from had been realized a port here in which barges were berthed that then left again for the nearest City after to have been it loads to you with the lumber with the forests tiburtini and with the searched local stone above all, the lapis tiburtinus are worth to say the travertino that it came used for the embellishment of many buildings publics between which the Colosseo a lot in order to cite of one. Near of it, in the 1155 Emperor Federico I, said Barbarossa, Pope Adrian IV met. In this occasion the tiburtini they offered the keys to it of the city submitting itself to its power. As thanks for much devozione the emperor granted to the city privileges of fregiare its coat of arms of the imperial Aquila. Close to this bridge and this port of exceptional importance gens the PLAUTIA it constructed a mausoleo that under some aspects remembers that one situated on the Appia and dedicated to Cecilia Metella. The tomba of the Plauzi, than it is risen on the left of the Aniene river, is situated on a territory that belonged to this gens; friend of Cesar was attributed to M.Plauzio Silvano Augusto and consul in the 2 d.C. The structure is circular, externally covered from blocks of travertino; to the inside there is a corridor to ring that turns around to an atmosphere to cross. The building was realized nearly sure during the I sec d. C. just from the mentioned M.Plauzio Silvano the whose name is mentioned in the median frame of the cylindrical part, first defunct one to find to you place worthy of every honor in order is distinguished in the Illirio. Later on in front of the mausoleo a avancorpo was realized of rectangular shape for being able to write the name to you with relative you praises of the persons of gens plautia man the hand dead; between such registrations it detaches that one of the son of Mark: Tiberio Plauzio Silvano Eliano, famous general, consul in the 45 d.C., proconsole of Asia in the 56 d.C. and, jumping other covered assignments, consul of new in the 74. The registrations are on stone to death of marble and are separated from four ionic semicolumns. Lucano bridge has gone lost instead the registration dedicated to Publio Plauzio Silvano. The fastigio of the arrogant size perhaps it was decorated from a series of ante fixed and the top was covered from once spherical; around it was encircled from a high fencing of square shape (of which the prospiciente side to the road remains alone), with columns and niches in order to contain the statues of the personages of the Plauzia family who were buried to you. With passing of the time the mausoleo decayed and changed destination in fact in the course of the Middle Ages was used like tower of defense for its strategic position; also externally its aspect changed in fact in 1465 for will of Pope Paul II in order better to be one place than sight, of control and guard on its top typically medieval merlatura was placed one. On one of the merlons of the size coat of arms of Paul II to memory of the made jobs is conserved one to execute. http://www.tibursuperbum.it/ita/monumenti/TombaPlauzi.htm

Photo Information
Viewed: 3998
Points: 34
Discussions
Additional Photos by Giorgio Clementi (Clementi) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3694 W: 437 N: 9370] (52514)
View More Pictures
explore TREKEARTH